Chi siamo

Piccolo Museo Etno – Antropologico

“Casa Cannizzo” è un piccolo museo della civiltà contadina e artigianale Siciliana, una grande raccolta di reperti e di attrezzi di un passato più o meno lontano, un viaggio nel tempo alla riscoperta delle radici economiche e culturali della Sicilia antica.

Attraverso una trentennale opera di recupero, di catalogazione e di sistemazione, l’associazione culturale “Casa Cannizzo” ha realizzato un museo etno-antropologico che conta centinaia di reperti, catalogati ed esposti in un caseggiato rurale, immerso tra gli alberi di Ulivo e di Agrumi.

A “Casa Cannizzo” si respira la natura, anche grazie agli animali della mini fattoria, le galline, le oche, i conigli, l’agnellino, il pavone, i porcellini e l’asinello, tutti insieme alla mascotte di “Casa Cannizzo” la piccola Chanel, un Jack Russel, discolo, allegro ed affettuoso.

Il museo etno-antropologico di “Casa Cannizzo” raccoglie una grande varietà di attrezzi ed arnesi utilizzati nei secoli dai contadini, dagli artigiani e dai pastori siciliani. Costituisce una vera miniera di reperti, ormai scomparsi, sia per le scuole di ogni ordine e grado sia per tutti quegli studiosi e ricercatori che vogliono comprendere l’autentica storia delle nostre tradizioni, degli usi e costumi, del modo di vivere del popolo siciliano.

Oggetti di uso quotidiano legati alle coltivazioni agricole più diffuse, come quelle della vite, dell’ulivo, del grano, attrezzi di vari mestieri, come il bottaio, il fabbro, il calzolaio, il muratore, il falegname, ma anche strumenti con i quali le nostre nonne ricamavano il corredo o filavano la lana e poi, tanti suppellettili domestici.

I visitatori potranno inoltre riscoprire come si preparava il pane in casa, come si macinava il frumento, come vivevano i nostri nonni in una Sicilia che non c’è più. Potranno assaporare raccogliendo i frutti dagli alberi il gusto della nostra terra, assaggiare l’olio fatto in casa o il vino come veniva fatto un tempo. La singolarità di “Casa Cannizzo” sta nel fatto che il museo etno-antropologico, è inserito nel contesto di una normale abitazione, per rivivere momenti del passato, della nostra storia, il vecchio ed il nuovo che si incontrano, per conservare la memoria del passato, nella consapevolezza di una continuità tra ciò che è e ciò che è stato.